Confettura al sambuco..

E propio vero che camminare fà bene alla salute .. anche alla gola però.. Quest’anno ho voluto provare a fare una confettura diversa dal solito. Ho usato le bacche mature del sambuco. Devo dire che mi sono anche divertita a roccogliere questi rametti in giro per i campi. Il procedimento non è diverso dal solito, solo che qui ci vuole un po’ più di pazienza.

1 kg di bacche pulite dai rametti

succo di 1 limone

300 gr di zucchero

Per prima cosa fate una bella camminata per i campi lontani da strade. Individuate gli alberi di sanbuco e raccogliete i rami con le bacche mature. Devono essere neri e succosi. Una volta arrivati in cucina sgranate le bacche aiutandovi con i rebi della forchetta, cosi sarà più veloce. Quelli verdi potete buttarli. Lavare bene le bacche sottol’acqua corrente mettere in una ciotola con il limone e lo zucchero e lasciare macerare per qualche ora. Quando è passato il tempo mettere tutto in una pentola e cuocere per circa 1 ora tenendo mescolato. Sentirete profumo di uva mentre cuoce. Per i vasi lavateli bene e metteteli in una pentola per sterilizzare facendo bollire l’acuqa con i vasi e tappi dentro per 15-20 minuti almeno. Quando la confettura sarà pronta invasate nei vasetti ancora caldi e chiudeteli bene. Mettere con il tappo verso il basso e lasciarli fino a quando si saranno rafreddati. Girateli e lasciate che il tappo faccio il sottovuoto. 

confettura di sambuco

I commenti sono chiusi.