Crea sito

Liquore al melograno..

Tempo di melograni, questi frutti strani con i chicchi rossi. Si possono utilizzare in vari modi dai primi piatti al dolce, in questa versione un liquore buono buono. Se avete un albero di melograni approfittatene.

1/2 LT di alcool

1/2 LT di acqua

500 GR di chicchi di melograno

7-8 cucchiai di zucchero

Sgranare i melograni e pesare 500 gr e metterli in un vaso capiente con l’alcool. Tenerli in infusione per 20 giorni. Trascorso il tempo bollire in una pentola lo zucchero e acqua e fare uno sciroppo. Filtrare l’alcool dai chicchi e aggiungerlo allo sciroppo. Mescolare, mettere in bottiglia e farlo riposare per qualche giorno.

Posted in liquori | Commenti disabilitati su Liquore al melograno..

Crostata cuor di mela..

Finisce l’estate, arriva settembre, arriva l’autunno e arriva la voglia di riaccendere il forno. Una crostata, un dolce leggero ma gustoso magari accompagnato da qualche ciuffo di panna. Ho voglia di mele, le mele nuove, croccanti e sugose. Ho mangiato in un laboratorio artigianale in montagna una crostata con le mele, cosi appena le temperature si sono degnate di scendere ho voluto riprodurla. il risultato è quello che vedete il sapore.. bhe il sapore dovete scoprirlo…

per la frolla: http://gabryelasuacucina.altervista.org/pasta-frolla/

1 kg di mele

1 lt succo di mela

qualche cucchiaio di zucchero di canna a piacere

cannella in stecca

panna montata q.b

cacao amaro per decorare

Per la frolla procedere come nel link una volta pronta imburrare una teglia e stendete la frolla, bucherellare con la forchetta e tagliare il bordo per renderla tutta uguale. tenere in frigo per 1 ora dopo di che stendere una carta forno e mettere sopra dei fagioli o ceci per la cottura in bianco. Cuocere a 170° per 15 minuti togliere la carta e finire per altri 10 minuti la cottura. Lasciare intiepidire e togliere il guscio di frolla dallo stampo. Sbucciare le mele e tagliare a tocchetti non troppo piccoli e mettere in una pentola capiente. Versare il succo di mela, lo zucchero a piacere (2-3 cucchiai potrebbero bastare) e farle cuoce. A metà cottura aggiungere la cannella. Quando le mele sono cotte ma non molle spegnere il fuoco e lasciare rafreddare. Togliere le mele dal succo e lasciarle sgocciolare bene e togliere le stecche di cannella. Una volta prono tutto mettere le mele nel gusio e stenderle bene in maniera omogenea. Completare con ciuffi di panna e una spolverata di cacao.

Salva

Salva

Crumble alle pesche….

Di recente ho scoperto una rivista di cucina molto bella, sopratutto perchè non ha molta pubblicità sopra quindi ci sono molte ricette belle e interessanti. Ne ho letta una e avevo le peschenoci da consumare cosi ho voluto provarla. Davvero buona questa torta, ideale per una merenda nei pomeriggi caldi di agosto. Vediamo cosa ci serve:

180 gr di burro a pomata

200 gr di zucchero

3 uova

3 pesche mature o peschenoci

1 cucchiaino di essenza di vaniglia

180 gr di farina “00”

1 bustina di lievito per dolci

Per il crumble:

90 gr di farina

90 gr di zucchero di canna

90 gr di burro freddo

1/2 cucchiaino di cannella a piacere

noci tritate o mandorle q.b

zucchero a velo a piacere

Lavorare il burro a pomata con lo zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema e aggiungere un uovo alla volta e l’essenza di vaniglia. Unire la farina setaciata e il lievito e amalgamare bene. Versare l’impasto in uno stampo da 20 cm imburrato e infarinato. Togliere la buccia alle pesche, tagliarle a tocchetti e adagiarle sopra la torta ricoprendo tutta la superficie. Preparare il crumble mescolando burro, farina, zucchero e la cannella fino ad ottenere delle bricciole, versare sopra la frutta e anche le noci. Infornare a 180° per 1 ora senza aprire il forno. Fare la prova stecchino per vedere se è cotto il dolce. Sfornare e lasciare rafreddare. Cospargere di zucchero a velo..

Salva

Cremina golosa al caffè..

Veloce e golosa questa cremina al cucchiao, un dessert ideale per finire una cena o un pranzo. In caso di bambini si può sostituire il liquore con del topping al cioccolato e se piace si può arricchire con della frutta secca.. insomma largo alla fantasia. Con queste dosi mi sono venute 4 ciotole. Vediamo cosa serve:

300 gr di panna fresca

150 gr di yogurt al caffè

250 gr di amaretti

30 ml di caffè freddo

30 gr di zucchero a velo

liquore al caffè q.b

In una ciotola ben fredda montare la panna e tenere da parte, mentre in un’altra ciotola mettere lo yogurt, lo zucchero a velo e il caffè, mescolare bene. ( a piacere aggiungere o diminuire lo zucchero). Amalgamare la panna poca alla volta allo yogurt fino a quando si ottiene una crema morbida e golosa. Nei bicchieri o ciotoline fare uno strato di maretti sbricciolati e bagnarli poco e poi fare uno strato con la crema. Fare ancora uno strato di amaretti e bagnare poco con il liquore e finire con la crema. Decorare a piacere e se volete anche un chicco di caffè al cioccolato. Tenere in frigorifero per qualche ora..   Buon dessert..            

 

Pomodori farciti..

OK fa caldo…niente forni accesi ma un pranzo in compagnia non si rinuncia.  Prepariamo un antipasto veloce, facile e sopratutto fresco con i pomodori, ortaggio che in questo periodo ne abbiamo di tutte le qualità.. In questo caso i ciliegino e se li trovate prendete anche quelli gialli cosi avrete un esplosione di colori in tavola. Vediamo cosa serve:

20 pomodorini tipo ciliegino

150 gr di ricotta vaccina

2 acciughe

1 cucchiaio di capperi

1cucchiaio di pinoli

Sale pepe a piacere

Per decorare rondella di olive e basilico

Lavare i pomodorini tagliarli a metà, svuotarlo e metterli capovolti su carta assorbente. In una ciotola lavorare la ricotta scolata dalla sua acqua con poco sale e pepe. Preparare un trito con le acciughe i capperi e i pinoli. Aggiungere alla ricotta e mescolare bene aggiungendo poco olio d’oliva e aggiustare di sale e pepe a piacere, facendo attenzione perchè le acciughe sono gia salate. Riempire i pomodorini e decorare con le olive e basilico. Tenere in frigorifero fino al momento di servire..

 

Palline al formaggio..

Queste palline al formaggo sono deliziose, facilisse da fare, in due minuti preparate un antipastino simpatico e curioso. Due ingredienti che sicuramente ab biamo in frigorifero, andiamo a vedere quali sono..

100 gr di formaggio grana o parmiggiano gratuggiato

1 albume

olio di semi q. b

In una ciotolina mettiamo 1 albume meglio se di uova grandi e aggiungiamo 10 gr di formaggio, mescoliamo bene questi ingredienti fino ad ottenere una crema. Prendete una piccola parte e ricavate delle palline, ( non devono essere grandi perchè in cottura si gonfiano) fino ad esaurire tutta la crema. Portate a temeratura in una pentola l’olio di semi e immergete le palline poche per volta. Non toccatele coloreranno da tutte le parti sole e quando sono ben d’orate con una schiumarola togliete. Bastano pochi minuti. Mettetele su carta assorbente e lasciate rafreddare. Servite con un aperitvo di vostro gradimento…

 

Risotto con la silene…

In primavera la natura ci offre tante erbe da poter usare in cucina, una di queste è la silene. Sono delle piccole foglie di forma allungata, dalle mie parti in friulano lo chiamano “sclopit”.. questa pianta una volta che cresce fa dei fiori tondeggianti e premendoli scoppiettano. Da bambina facendo le passeggiate sui prati dietro casa con le mie cuginette prendevamo questi fiori e li facevamo scoppiare sulla fronte, mentre oggi vado a raccogliere le foglie per metterle in pentola. Con questa erba primaveril,e si possono creare altri piatti prelibati come la frittata, dei ravioli, delle lasagne ecc  Vediamo cosa serve per un’ottimo risotto..

Riso q.b ( io mi regolo a manciate con la mano e ne metto due a testa)

un bel ciuffo di silene

1/2 cipolla o uno scalogno

1 lt di brodo vegetale circa

olio d’oliva

1 bicchiere di vino bianco

burro e grana q. b

sale, pepe

Lavare bene la silene in acqua fredda e asciugarla. In una padella mettere due cucchiai di olio d’oliva e aggiungere la cipolla o scalogno trittati e lascaire ammorbidire per due minuti a fiamma moderata. Tritare anche la silene e aggiungere al sofritto di cipolla e mescolare. Aggiungere il riso e farlo tostare per un minuto, sfumare con il vino bianco. Quando il vino sarà consumato aggiungere il brodo di verdure fino a coprire il riso. Mescolare e aggiungere il brodo quando si consuma quello precedente e portarlo a cottura. Quando il riso è cotto al punto giusto e il brodo è quasi consumato spegnere e mentecare il riso con una noce di burro e del grana. Servite caldo.. buon appetito!!

Salva

Crostini con crema di basilico…

Gustosi questi crostini con una salsina fatta in pochissimo tempo. Pochi gli ingredienti per questi crostini vediamo quali sono:

Crostini a piacere

100 gr di robiola

10 foglie di basilico fresco

una manciata di pinoli

sale, pepe

Lavare le foglie di basilico e mettere nel mix con la robiola, i pinoli, un pizzico di sale e una macinata a piacere di pepe. Frullare tutto e se vi sembra troppo asciutta aggiustate con poco olio d’oliva. Farcire i crostini con la crema appena preparata..

Salva

Torta cioccolato e rose di fragole..

Mi è stata chiesta una tortina, cosi tanto per stare in allenamento.. ho avuto a disposizione delle fragole raccolte e arrivate dritte dritte dalla Sicilia, buone dolci e profumatissime quindi mi sono messa all’opera ed è uscita questa… che ne dite.. fa voglia? vi assicuro che era delizziosa.. base pasta margherita farcita con chantilly e fragole decorata con ganache al cioccolato fondente e rose di fragole.. vi stuzzica? allora vediamo cosa serve per preparla:

per la pasta margherita cliccate qua

per la chantilly francese:

2,5 dl di panna freschissima

30 gr zucchero a velo

vaniglia ( liquida o bacca )

fragole a pezzi q.b

per la ganache al cioccolato:

300 gr di cioccolato fondente

200 ml di panna fresca

50 gr di burro morbido

fragole e panna montata per la decorazione

Bagna alcolica composta da acqua, zucchero e liquore cointreau

Prepariamo la base per la nostra tortina seguendo queste indicazioni

una volta pronta sforniamo lasciamo rafreddare bene, prepariamo la bagna facendo bollire 300 gr di acqua e 150 gr di zucchero, una volta che arriva a bollore mescolare che lo zucchero si sciolga bene e continuare per 10 min in modo che diventi quasi uno sciroppo. Unire un bicchierino di liquore e spegnere la fiamma. Lasciare rafreddare anche questa. Pulire e lavare le fragole, tagliare a pezzetti e lasciamo le più belle per la decorazione finale. Una volta che la base si è rafreddata bene tagliarla in tre dischi uguali. Bagnare il primo disco con la bagna, con una spatola versiamo una parte di chantilly che si prepara montando la panna con lo zucchero a velo e la vaniglia, e poi le fragole a pezzi. Mettiamo il secondo strato bagnamo e finiamo con la crema e fragole. Ultimo strato Lo bagnamo con la bagna e se avete ancora un pochino ci crema la stucchiamo per uniformare il piano. Mettiamo in frigo e prepariamo la crema ganache.

Tritiamo il cioccolato a pezzi piccoli, in un pentolino mettiamo la panna e facciamo scaldare senza portare a bollore. in una ciotola mettiamo il cioccolato e versiamo la panna calda e cominciamo a mescolare dal centro verso l’esterno, aggiungere la panna in tre volte ma solo quando la precedente sarà ben amalgamata. Finito con la panna aggiungiamo il burro, anche questo in tre volte e mescoliamo con spatola sempre dal centro verso l’esterno. Ora avrete una crema fluida e versate un po’ sopra la torta cercando di non spatolare ma si deve distribuire da sola. Con quella che è rimasta la montate con le fruste elettriche per circa 10 minuti fino ad ottenere una crema più densa ma morbida. La spalmiamo sui bordi della torta aiutadoci con una spatola. Mettiamo un po’ nella sac a poche e decoriamo a piacere con le fragole e ciuffi di panna. Lasiamo a riposo per una notte cosi tutti i gusti si amalgano tra di loro.                                                               Buon dolce!!

 

 

Salva

Salva

Pasta margherita al cacao..base

Una base buonissima e soffice per una torta farcita, la versione scura di quella che ho gia messo in precedenza Pasta Margherita

Gli igredienti sono uguali solo con l’aggiunta di cacao per renderla scura e modificato altri, ora vediamo cosa serve:

4 uova

4 cucchiai di acqua bollente

15o gr di zucchero semolato

80 gr di farina “00”

70 gr frumina

30 gr di cacao

10 gr lievito per dolci

1 bustina di vanillina

pizzico di sale

Il procedimento è lo stesso, quindi dividere turli e albumi. Montiamo i tuorli con l’acqua bollente e dopo poco aggiungiamo metà dello zucchero e continuiamo a montare in planetaria fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. In una ciotola mettiamo le chiare e il sale, cominciamo a montarle e quando si forma la prima schiumetta aggiungiamo il resto dello zucchero, continuiamo fino ad ottenere quasi una meringa e con un coltello facciamo un taglio. Se rimane ben visibile allora ci fermiamo. Amalgamiamo con delicatezza gli albumi al composto di tuorli e zucchero, poi incorporiamo le polveri setaciata precedentemente anche il cacao e in fine il lievito anche questo setaciato. Amalgamiamo bene tutto per qualche minuto cercando di incorporare più aria possibile e versiamo in una teglia da 24 cm di diamerto ben inburrata e infarinata.( Mi raccomando cercate di livellare il composto con una spatola o cucchiaio e NON SBATTERE il composto altrimenti tutta l’aria che sarà incorporata .. puff.. svanisce e il lavoro fatto sarà stato innutile.)  Cuociamo a forno statico a 170°-180° per 20 minuti circa. Fate la prova stecchino solo a tempo finito e non aprite la porta del forno prima. ( per chi ha il forno ventilato consiglio di abbassare la temperatura, in ogni caso regolatevi con il vostro forno). Una volta cotto lasciatelo ancora 10 minuti circa a riposo e poi sfornate e mettete su una gratella a rafreddare. Una volta freddo potete tagliare e farcire a piacimento.

 

Salva